Posts Tagged: mapping

Mapping Montalbano

map by  Kirsten Roosendaal

map by Kirsten Roosendaal

 

A research project of Kirsten Roosendaal and Riet Mellink (NL)
8, 9 and 10 April 2013

In three days Kirsten Roosendaal and Riet Mellink made three walks, starting from the Castle in Montalbano. The result of this research is 6 maps, 8 lists and a plan emerging for a project next year.

Animals (some dead):
Goats, ducks, elephant, sheep (loose as well as tied up) , squid, lizards (dead and alive), mussles, fish, chill moulds,, dogs, spiders, horses (in different colours), cows, rabbits, geese, chickens, flees, maggots, ants, caterpillars, bumblebees, flies, sparrows, buzzards, butterflies, turtle, eagle, swifts, cats,

People:
Guiseppe and his son Carmello – guiding us over a fence and taking us back to Montalbano from Argimusco, the German speaking man in his backyard, Pippo Lopresti – driving us uphill top Montalbano from Braidi, the farmers wife and her son, the man working in his orchard – explaining us how to get back to the ashfalt road, the woman who lived in Switzerland for 18 years and whose husband renovated the medieval resort

Languages:
English, French, German, Dutch, Italian

Sounds:
Barking dogs, chainsaws, cuckoo, water in the little rivers, wind in the high voltage cables, birds, swifts screaming, owls fighting, sheepbells, tractors, shss shsh sshs of disappearing lizzards

Picknick spots:
On a big rock, on an old refrigerator, under high voltage cables, on warm ashfalt with a view on Mt Etna on the right and Stromboli on the left side, an espressobar in Sta Maria, and at a fountain next to the supermarket in Montalbano

Cars we travelled in:
Fiat Panda, Renault 5, Pippo’s Peugeot, Alpha Romeo

Objects that inspired us:
refrigerators, a treasure chest, a containership, fences, locked and metal coated doors, mobile stairs and fallen photos at the graveyard, plastic bags in trees, windmills, stone roads, skirt&feetplant, barbed wire, monoliths and clouds at Argimusco

 

Un progetto di ricerca di Kirsten buy cheap xanax Roosendaal e Riet Mellink (NL)
8, 9 e 10 aprile 2013

In tre giorni Kirsten Roosendaal e Riet Mellink hanno fatto tre passeggiate, a partire dal Castello di Montalbano. Il risultato di questa ricerca sono 6 mappe, 8 liste e un piano per un progetto il prossimo anno.

Animali (alcuni morti):
Capre, anatre, elefante, pecore (libere e legate), calamari, lucertole (vive e morte), cozze, pesce, muschio freddo, cani, ragni, cavalli (in diversi colori), mucche, conigli, oche, polli, pulci, vermi, formiche, bruchi, mosche, bombi, passeri, poiane, farfalle, tartarughe, aquila, rondini, gatti.

Persone:
Giuseppe e suo figlio Carmello – ci fanno uscire da un recinto e ci riportano a Montalbano dall’ Argimusco, l’uomo che parla tedesco nel suo cortile, Pippo Lopresti – che ci ha dato un passaggio da Montalbano a Braidi, la moglie dell’agricoltore e suo figlio, l’uomo che lavora nel suo frutteto – ci spiega come tornare alla strada asfaltata, la donna che ha vissuto in Svizzera per 18 anni e il cui marito ha rinnovato il villaggio medievale.

Lingue:
Inglese, francese, tedesco, olandese, italiano

Suoni:
Cani che abbaiano, motoseghe, cuculo, l’acqua nei piccoli fiumi, vento tra i cavi dell’alta tensione, uccelli, rondini che urlano, gufi che combattono, campanelle delle pecore, trattori, SHSS SHSH SSHS delle lucertole che scompaiono

Posti per un picknick:
Su una grande roccia, su un vecchio frigorifero, sotto i cavi dell’alta tensione, sull’asfalto caldo con vista sul Monte Etna a destra e Stromboli sul lato sinistro, un bar in Santa Maria e ad una fontana accanto al supermercato di Montalbano.

Macchine in cui abbiamo viaggiato:
Fiat Panda, Renault 5, Peugeot di Pippo, Alfa Romeo

Cose che ci hanno ispirato:
frigoriferi, uno scrigno, un container, recinzioni, porte di metallo rivestite e chiuse, scale mobili e le foto cadute al cimitero, sacchetti di plastica negli alberi, mulini, strade di pietra, gonna e feetplant, filo spinato, i monoliti e le nuvole all’ Argimusco.

map by Riet Mellink

map by Riet Mellink

Map[pa]

trasforma-MAP

On the evening of 13th April the castle opened its doors to the resident population of Montalbano and more guests. The castle changed its form through the interventions of the Trasformatoristas, offering the audience a different perspective on a familiar site.

The Trasformatoristas‘ interventions were contributing in creating an immersive experience rather than a linear one. So the idea of the Map[pa] came to my mind, in order to facilitate the visitors’ journey, suggesting them to become one-night-explorers, looking at ‘their’ castle with the eyes of someone who would see it for the first time.

M. Eugenia Demeglio

La sera del dosage of valium to increase appetite in cats 13 Aprile, il Castello ha aperto le sue porte alla popolazione residente di Montalbano e ad altri ospiti. Il castello aveva cambiato la sua forma grazie agli interventi dei Trasformatoristas, offrendo al pubblico una prospettiva diversa su un sito familiare.

Gli interventi dei Trasformatoristas contribuivano a creare un’esperienza immersiva piuttosto che lineare. Ecco quindi come l’idea della Mappa[pa] mi è venuta in mente, al fine di agevolare il viaggio del pubblico nei differenti siti del Castello, suggerendo loro di diventare esploratori-di-una-notte, e di guardare il ‘loro’ castello con gli occhi di una persona che lo veda per la prima volta.

M. Eugenia Demeglio